Blog

Genitore e Figlio, qual’è la giusta distanza? copertina (2)

Genitore e Figlio: qual è la giusta distanza che ci consente di fare percepire loro la nostra presenza evitando di risultare troppo vicini o troppo lontani?

Voglio proporti una storia per esplorare assieme questo tema: il dilemma dei porcospini di Scopenhauer, lo conosci?

genitore e figlio dilemma dei porcospini di Scopenhauer

Alcuni porcospini, in una fredda giornata d’inverno, si strinsero vicini, vicini, per proteggersi, col calore reciproco, dal rimanere assiderati. Ben presto, però, sentirono le spine reciproche; il dolore li costrinse ad allontanarsi di nuovo l’uno dall’altro. Quando poi il bisogno di riscaldarsi li portò nuovamente a stare insieme, si ripeté quell’altro malanno; di modo che venivano sballottati avanti e indietro fra due mali. finché non ebbero trovato una moderata distanza reciproca, che rappresentava per loro la migliore posizione.

E’ una metafora che ci aiuta a riflettere sui rischi legati ad uno stile genitoriale inefficace:

uno stile genitoriale iperprotettivo o al contrario ipoprotettivo rischiano di generare malessere nella relazione genitore e figlio.

Lo stile iperprotettivo, che vede il genitore proteggere troppo il figlio, preparare , pre-elaborare l’esperienza, rischia di precludere a nostro figlio quelle esperienze necessarie per crescere bene.

Le esperienze attraverso le quali potrà apprendere come sviluppare le competenze necessarie a nutrire adeguatamente la propria autostima, quali ad esempio il pensiero critico, la capacità di risolvere problemi, di prendere decisioni, di gestire i conflitti.

Al contrario, uno stile genitoriale ipoprotettivo, caratterizzato da una mancanza o dall’assenza di facilitazione, rischia di portare i nostri figli a sviluppare un senso di inadeguatezza e di insicurezza, che si troverà in qualche modo a dover colmare in futuro.

Lo stile facilitante, ci orienta nel cercare nelle diverse situazioni quel giusto equilibrio che ci consente di essere di aiuto quando è necessario offrire loro il nostro sostegno e di confrontarci con loro quando sentiamo il bisogno di richiedere loro un cambiamento.

I porcospini di Schopenhauer è un’attività che ho creato per aiutare i genitori a riconoscere quali sono i diversi comportamenti che rischiano di generare malessere nella relazione genitore figlio, quei comportamenti che molti di noi hanno appreso dalle tradizioni e che è importante ridurre o eliminare e sostituire con altri maggiormente efficaci. E’ parte integrante del percorso formativo ‘Genitori Facilitanti’, vieni a provarla anche tu!


calendario

esplora il calendario degli eventi , ed iscriviti ad uno dei prossimi workshop in programma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato

chiama ora
dove sono